Alessio Piccioli

Mi chiamo Alessio Piccioli, ho 39 anni (in realtà ne compio 40 tra poco… proprio il giorno delle elezioni). Abito a Pisa da ormai più di vent’anni: ho studiato Fisica prima come studente universitario poi come ricercatore precario. Stanco dell’ambiente della ricerca italiana assieme ad altri 7 amici abbiamo fondato la “Net7 s.r.l”, società specializzata nello sviluppo software Open Source con particolare attenzione alle tecnologie dedicate al Semantic Web e al mondo dell’Open Data. Sono sposato con Maddalena da quasi dieci anni e sono babbo di Camilla, 8 anni, e di Viola, 2 anni.
Sono appassionato dell’attività all’aria aperta in tutte le sue forme: mi piace correre sui monti Pisani, andare in bici da corsa, arrampicarmi sui monti e soprattutto praticare lo scialpinismo, che a differenza di quanto si creda si tratta di una attività che si può svolgere anche vicino a Pisa (qualche volta anche sul monte Pisano!).  Ho sempre cercato di condividere e trasmettere le mie passioni impegnandomi volontariamente nell’associazionismo: da quando sono arrivato a Pisa ho avuto un ruolo attivo nella sezione locale del Club Alpino Italiano fino ad entrare a far parte della scuola di alpinismo e scialpinismo “Alpi Apuane” prima come aiuto istruttore e poi come istruttore regionale di scialpinismo. Ho messo (e continuo a mettere) moltissima energia nelle attività del gruppo sportivo “Equilibri Precari” che è nato nel 2004 all’interno del progetto Rebeldia, quando ancora era nello stabile di via Diotisalvi. Il gruppo “Equilibri Precari”, completamente autogestito e autofinanziato, è stato in grado di costruire una delle più belle palestre di arrampicata sportiva che la zona di Pisa abbia mai conosciuto, dando la possibilità a molte persone di avvicinarsi a questa meravigliosa disciplina senza barriere economiche eccessive: da qui il nome “Palestra popolare di arrampicata”. Oggi, dopo due soffertismi traslochi e due anni di inattività (per i quali bisogna ringraziare l’incapacità dell’attuale amministrazione Comunale nel saper valorizzare iniziative di questo tipo), il gruppo è rinato all’interno del Municipio dei Beni Comuni dove, nel giro di poco tempo, ha ricostruito una nuova ancor più bella palestra, raccolto quasi trecento soci e riattivato corsi di arrampicata per grandi e per bambini.
Ho deciso di candidarmi nella lista “Una città in Comune” perchè ho visto grandi cambiamenti (ahimè negativi) nella nostra città in questi ultimi anni e vedo nella lista una possibilità di inversione di rotta in positivo. Personalmente penso di poter contribuire attivamente portando tutta l’esperienza che ho accumulato in questi anni, nelle mie attività personali di lavoro e in quelle dove ho dato il mio contributo volontario.

Contatti:
email: piccioli@netseven.it
FB: http://www.facebook.com/alessio.piccioli.1
Twitter: @alessiopiccioli
LinkedIn: http://www.linkedin.com/in/alessiopiccioli