Silvia Giamberini

Mariasilvia, mio nome all’anagrafe, non mi ci chiama neanche “la mi’ mamma”. Per tutti sono Silvia. Ho 47 anni, sono nata a Pisa, dove ho sempre vissuto, frequentato il liceo (Dini) e l’università. Vengo da un quartiere di periferia, i Passi, e da una famiglia con pochi mezzi economici e culturali, dove ho imparato a riconoscere il significato di “disuguaglianza”.
Sono laureata in chimica e nelle aule universitarie ho capito che non potevo far altro che dare un “senso sociale” alla mia professione. Per questo sono diventata un chimico ambientale e mi occupo di rifiuti, di monitoraggi e bonifiche di siti contaminati. Dopo un master in Gestione dell’Ambiente alla Scuola S. Anna e 15 anni di professione come consulente in una società di ingegneria ambientale, adesso lavoro nell’istituto di Geoscienze e Georisorse del CNR di Pisa.
La politica mi interessa da sempre, ma non ho mai fatto parte di un partito. Per me “politica” significa interesse per la collettività e partecipazione alla vita sociale, come diritto-dovere e responsabilità di ogni cittadino. Ho partecipato attivamente a molti movimenti, dai comitati per la pace degli anni ‘80, all’occupazione studentesca del 1990 con il collettivo “progetto Leonardo”, alle campagne per i referendum sull’acqua, alla campagna “non portiamo i bambini in caserma”. Sono antifascista e lo rivendico come valore.
Faccio parte del GAS di Calci, credo nella costruzione di un mondo più equo e sostenibile non solo con l’azione politica ma anche a partire dal nostro vissuto quotidiano. Insieme a mio marito, cerco di trasmettere l’amore per la vita e la passione per la partecipazione alla vita sociale e alla politica a nostra figlia Irene (nome che vuol dire “pace”), che ha 7 anni e che sarà sicuramente migliore di me.
Sono curiosa e mi interessa tutto: viaggiare, leggere, ascoltare musica, tutto ciò che è cultura e conoscenza, ma in particolare mi piace stare immersa nella natura; le mie passioni sono sempre state la montagna e la vela. In cima a una vetta o in mezzo al mare comprendo la bellezza del sentirsi vivi.

Silvia.giamberini@gmail.com.