Ex-Vacis: perché il Comune di Pisa non si è costituito in giudizio a tutela della salute e dell’ambiente?

Lascia semplicemente sconcertati la decisione del Comune di Pisa che non si sarebbe costituito in giudizio contro il ricorso al Tar fatto dalla ditta Braccianti contro l’ordinanza, emessa dal Sindaco un mese fa su richiesta di Arpat, per la rimozione delle sostanze inquinanti presenti nell’area ex-Vacis, come emerso dalla inchiesta Keu.

Perché il Comune non si è costituito in giudizio per difendere quanto disposto dall’Arpat a tutela della salute e del territorio? Perché l’amministrazione comunale solo qualche giorno prima ha taciuto in commissione consiliare sull’esistenza del ricorso al TAR, quando è stato finalmente discusso questo argomento su nostra richiesta?

Cosa intende fare ora l’amministrazione, visto che la società non ha ancora presentato il progetto per la rimozione degli inquinanti, nonostante il termine dei 30 giorni per la presentazione del piano di intervento, previsto per legge, sia scaduto? Perché è mancata ancora una volta qualsiasi trasparenza ed informazione su quanto stava accadendo?

Tutto ciò è molto grave ed è un pessimo segnale da parte della Giunta Conti.

Parimenti grave è la condotta dell’azienda Braccianti. Sollecitiamo ancora una volta chiarimenti da parte dell’impresa che ha realizzato gli interventi a rispondere a questa semplice domanda: quanto sono stati pagati questi materiali contenenti keu? Il prezzo è una possibile spia di allarme rispetto ad una situazione di potenziale irregolarità e su questo, da mesi, chiediamo che venga fatta chiarezza ma tutto tace.

Porteremo la questione con urgenza in consiglio comunale e in commissione consiliare per incalzare la giunta ed avere risposte. L’inchiesta Keu ci parla di mancanza di controlli del pubblico, di un intreccio perverso tra affari, politica e criminalità organizzata ed è nostro compito tenere massima l’attenzione e la trasparenza su ogni singolo aspetto di questa vicenda.

Diritti in comune: Una città in comune – Rifondazione Comunista – Pisa Possibile

Condividi questo articolo

Lascia un commento