Finalmente l’approvazione per la realizzazione della Moschea: vince la Costituzione

L’approvazione dello schema di convenzione per il centro di cultura islamica e la moschea a Porta a Lucca è una vittoria della Costituzione e di chi si è battuto affinché fosse rispettata la libertà di culto. È una vittoria che la città di Pisa nella sua totalità deve sentire propria: essere una città capace di riconoscere le diversità e tutelare chiunque dalle discriminazioni significa essere una città più sicura e vivibile per tutti.

A fronte di tutto ciò gravi ancora una volta sono le dichiarazioni del sindaco Conti, che banalizza a semplice atto dovuto l’approvazione rilasciata per la moschea e continua a propinare pseudo-argomenti di natura urbanistica per giustificare la sua opposizione. Il sindaco sa bene che il progetto non presenta criticità urbanistiche (se mai ce ne fossero state, sarebbero già venute fuori da tempo).

Il sindaco sa altrettanto bene che l’opposizione sua e del suo partito al progetto, con gli onorevoli Ceccardi e Ziello in prima linea, è sempre stata di natura islamofoba e razzista: le questioni urbanistiche sono sempre state una copertura.

Chi tanto si è speso in questi anni contro questo progetto, violando consapevolmente la Costituzione, adesso dovrebbe semplicemente dimettersi.

Da parte nostra, continueremo a vigilare affinché la libertà di culto dei nostri concittadini islamici sia finalmente garantita: vigileremo in particolare sulla futura convenzione e sul seguito della procedura, per evitare ulteriori ingiustificabili ritardi.

Diritti in comune: Una città in comune – Rifondazione Comunista – Pisa Possibile

Condividi questo articolo

Lascia un commento