Ordine del giorno: Difendere e rilanciare il tempo pieno alla Scuola Primaria “Novelli”

Il seguente ordine del giorno è stato presentato al consiglio comunale di Pisa dalla Coalizione della Sinistra – Diritti in Comune (Una città in comune – Rifondazione Comunista – Sinistra Italiana – Possibile)

Ordine del giorno: Difendere e rilanciare il tempo pieno alla Scuola Primaria “Novelli”

Venuti a sapere che

  • la Scuola Primaria “Novelli”, situata nel quartiere del CEP in via Francesco Cilea 1, non potrà attivare per il prossimo anno scolastico la classe prima, dal momento che ad oggi non è stato raggiunto il numero minimo di iscrizioni richiesto;
  • docenti, genitori e abitanti del quartiere si sono mobilitati per difendere il tempo pieno alla Novelli ed assicurare il normale avvio del prossimo anno scolastico.

Considerato che

  • la “Novelli” è una delle poche scuole primarie dell’intero Comune di Pisa che garantisce il tempo pieno, rappresentando anche per questo motivo un importante presidio educativo e sociale nel quartiere del CEP;
  • il tempo pieno garantisce il diritto universale ad un’istruzione di qualità, nella misura in cui attua una didattica diversa dal tempo normale, particolarmente utile in contesti socio-culturali complessi, e rappresenta un contributo essenziale per quelle famiglie che non possono pagare un servizio doposcuola;

Preoccupati del fatto che la non attivazione della prima classe per il prossimo anno scolastico segua alla mancata partenza della prima classe nell’anno scolastico precedente, configurando così un rischio concreto di progressiva chiusura del tempo pieno alla “Novelli”.

Consapevoli che

  • nel corso degli ultimi anni alla “Novelli” il problema di un numero di iscritti insufficiente per costituire la prima classe si è ripresentato periodicamente;
  • il problema delle iscrizioni è dovuto non tanto ad un “calo demografico”, che nel quartiere non si riscontra, quanto piuttosto alle difficoltà amministrativo-gestionali che la Novelli ha vissuto fino allo scorso anno e che hanno contribuito a diffondere un’immagine negativa della scuola;
  • sul calo delle iscrizioni può influire anche la preferenza che alcune famiglie esprimono per scuole percepite come meno “popolari” e “di frontiera” rispetto alla “Novelli”.

Ricordando che in alcuni degli anni precedenti, a fronte di un iniziale basso numero di iscritti, il problema è stato superato e la prima classe è potuta partire grazie alla collaborazione tra la dirigenza scolastica, i genitori, gli insegnanti, i dirigenti di altri istituti comprensivi, il provveditorato e la precedente amministrazione comunale, che ha svolto un ruolo di ascolto e mediazione tra le diverse parti coinvolte;

Valutando positivamente il lavoro di revisione contabile e consolidamento dei bilanci della scuola, realizzato dal Reggente nel corso dell’anno scolastico appena terminato.

Ritenendo che il tempo pieno alla Novelli debba essere mantenuto e rilanciato;  fin dal prossimo anno scolastico occorra fare il possibile per garantire l’attivazione della nuova prima classe;

questi obiettivi possano essere raggiunti soltanto attraverso un serio piano di rilancio della scuola Novelli, dal punto di vista dell’offerta formativa, dell’organizzazione interna e della comunicazione esterna, e che questo piano di rilancio richieda la fattiva collaborazione tra le diverse parti coinvolte e un ruolo attivo dell’amministrazione comunale;

Il Consiglio comunale

impegna il sindaco e la giunta a

  • verificare entro il mese di giugno con il Provveditore, la dirigenza della scuola e le dirigenze di altre primarie, la possibilità di far partire la prima classe della “Novelli”;
  • tenere conto della situazione della Novelli e considerare prioritario il mantenimento del suo tempo pieno in occasione della convocazione della Rete Scolastica e degli altri organismi di programmazione territoriale delle politiche educative;
  • sostenere presso la scuola “Novelli” la realizzazione di progetti educativi sperimentali e innovativi, che possano aumentare la qualità della didattica e incentivare le iscrizioni al tempo pieno.

Impegna la Presidente della Terza Commissione Consiliare permanente a

  • convocare una seduta della Commissione, prima dell’inizio del mese di settembre, per l’audizione della dirigenza, dei docenti e del Comitato dei genitori della Novelli, al fine di analizzare le criticità della scuola e predisporre un piano di rilancio e una campagna per le iscrizioni all’anno scolastico 2020-21.

Francesco Auletta Diritti in comune (Una città in comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile)

Condividi questo articolo

Lascia un commento