Ordine del giorno: Istituzione e urgente convocazione di un Tavolo cultura con gli operatori e lavoratori del settore

Il seguente ordine del giorno è stato presentato alla Terza Commissione del Consiglio Comunale di Pisa dal consigliere Francesco Auletta (Diritti in comune: Una città in comune – Rifondazione Comunista – Pisa Possibile)


Ordine del giorno: Istituzione e urgente convocazione di un Tavolo cultura con gli operatori e lavoratori del settore

Tenuto conto del rapporto “Io sono Cultura 2019” che descrive Pisa nel contesto italiano come realtà “a trazione culturale” e ribadisce la centralità del settore come pilastro imprescindibile dell’economia e della vita pubblica della nostra città;

Considerato che per il mondo dello spettacolo dal vivo e della cultura, completamente fermo dall’inizio del lockdown, solo dal 15 giugno si sono avute le prime linee guida per i teatri e gli eventi dal vivo;

Considerato l’impatto sociale di questa battuta d’arresto per i professionisti e gli operatori dello spettacolo e della cultura, che trasforma profondamente il tessuto economico e civico del territorio in termini di impoverimento, spopolamento, perdita di attrattiva;

Considerato che solo le realtà culturali pisane impiegano c.a. 150 dipendenti, e che fra fornitori, finanziamenti, utilizzo delle strutture ricettive e ristoranti portano all’economia cittadina 1,2 milioni di euro annui che quadruplicano se consideriamo anche l’indotto indiretto;

Tenuto conto delle centinaia di iniziative che, a partire da associazioni di categoria o dall’auto-organizzazione delle lavoratrici e dei lavoratori, a livello nazionale e europeo si stanno moltiplicando per imporre nel dibattito politico, dalle amministrazioni locali ai governi centrali, il tema del sostegno alla ripartenza degli eventi dal vivo;

Tenuto conto dell’appello “Pisa riparta dalla cultura” firmato da un ampio cartello di realtà culturali presenti sul territorio: imprese, club, circoli, associazioni e spazi culturali centrali nell’ecosistema culturale cittadino;

Tenuto conto della audizione fatta in commissione con i promotori dell’appello e del percorso da lì scaturito.

La Terza Commissione consiliare permanente impegna il sindaco e la giunta:

  1. all’istituzione e urgente convocazione di un Tavolo istituzionale del settore cultura con il coinvolgimento dell’assessorato alla cultura e dell’assessorato al turismo per definire insieme con gli operatori del settore idee progettuali, modalità, forme e tempistiche, per il breve (autunno 2020) e il medio periodo (2021-2022) al fine sostenere e supportare il comparto culturale cittadino coinvolgendolo direttamente nella progettazione degli eventi culturali cittadini;

  2. ad aumentare i fondi ordinari e straordinari per il biennio 2020-22 con la prossima variazione di bilancio

  3. a definire, recependo le linee guida regionali, attraverso un percorso di concertazione con gli stessi operatori del settore forme, modi e tempi per le riaperture, sanificazione e ripresa delle attività e degli spazi culturali cittadini soprattutto relativamente al periodo autunno 2020

La Terza commissione consiliare chiede un consiglio comunale aperto tema da svolgersi nell’autunno sul rilancio delle politiche culturali a seguito della emergenza Covid-19.

Francesco Auletta – Diritti in comune: Una città in comune – Rifondazione Comunista – Pisa Possibile

Condividi questo articolo

Lascia un commento