Ordine del giorno: Piano triennale di contrasto all’evasione/elusione dei tributi locali

Il seguente ordine del giorno è stato presentato al consiglio comunale di Pisa dalla Coalizione della Sinistra – Diritti in Comune (Una città in comune – Rifondazione Comunista – Sinistra Italiana – Possibile)

Ordine del giorno: “Piano triennale di contrasto all’evasione/elusione dei tributi locali “

Vista la legge regionale 27 dicembre 2011, n. 68 (Norme sul sistema delle autonomie locali) ed in particolare l’articolo 15, come sostituito dall’articolo 43 della legge regionale 14 luglio 2012 n. 35 che prevede il sostegno regionale alla progettualità degli enti locali, singoli o associati, finalizzata al contrasto all’evasione fiscale, anche tramite l’erogazione di contributi agli stessi enti o alle loro associazioni rappresentative, demandandone la disciplina a successivo regolamento;

Visto il Progetto integrato di sviluppo (PIS) “Contrasto all’evasione fiscale e all’illegalità economica”, di cui alla Delibera di Giunta Regionale n. 1210 del 27.12.2011, come aggiornata dalla successiva Delibera di Giunta Regionale n. 1071 del 3 dicembre 2012, ed in particolare l’Azione1.5 Realizzazione di una base dati per misurare il “tax gap” a livello locale.

Tenuto conto che negli ultimi anni il mondo dei tributi locali ha subito profondi cambiamenti normativi e che tali cambiamenti hanno causato un aumento della tassazione locale con conseguente aumento dell’evasione/elusione da parte dei contribuenti.

Tenuto conto che secondo una recente relazione sulla gestione finanziaria degli enti locali redatta dalla Corte dei Conti la capacità di riscossione da parte degli enti locali è in calo per cui si è passati dal 62.93% del 2016 al 60.91% del 2017, con una perdita di circa 3 miliardi di euro

Considerato che l’entrata prevista dal recupero dell’evasione tributaria 2019-2021 è significativa.

Tenuto conto che dal bilancio consuntivo emerge che nel 2018 a fronte di accertamenti per 3 milioni di euro e 320 mila euro per quanto riguarda il recupero dell’evasione ICI e IMu sono stati riscossi appena 158 mila euro, e che questo dato è in peggioramento rispetto agli anni precedenti

Tenuto conto che anche per altre imposte si riscontrano le medesime difficoltà in particolare per quanto concerne la tassa si soggiorno per la quale ad oggi non vi è neanche una stima certa dell’ammontare della evasione e della elusione fiscale e non vi sono strumenti adeguati per contrastarla compitamente

Considerato che per contrastare l’evasione/elusione dei tributi locali diventa pertanto strategico definire gli obiettivi nell’ambito di un piano triennale, individuando le aree di intervento, le procedure, le metodologie di controllo ed i tempi di realizzazione.

Il Consiglio comunale

  • dà mandato a tutti gli uffici competenti e alla Sepi, di predisporre e portare alla attenzione della quarta commissione consiliare e del consiglio comunale entro Settembre 2019 una proposta di piano triennale di contrasto all’evasione/elusione dei tributi locali i cui obiettivi principali sono da individuare nei seguenti ambiti: garantire le entrate tributarie per il Comune attraverso il recupero dell’elusione e dell’evasione; migliorare il rapporto con i contribuenti minimizzando i costi indiretti e contenendo la pressione fiscale; perseguire l’equità con particolare attenzione alle fasce deboli della popolazione.
  • si impegna, una volta predisposto il piano, a trovare e stanziare le opportune e necessarie risorse per realizzarlo

Francesco Auletta Diritti in comune (Una città in comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile)

Condividi questo articolo

Lascia un commento