Scuole Filzi: la Giunta dà mandato ai progettisti di valutare nuove soluzioni. Ora si voti la mozione di iniziativa popolare per lo stralcio del progetto

Si è svolta oggi la seduta congiunta della Prima e Terza Commissione consiliare, con anche il nostro argomento depositato nelle scorse settimane, sulla richiesta di stralcio del progetto di realizzare un parcheggio da 18 posti all’interno di parte del giardino delle scuole Filzi all’ordine del giorno.

Grazie alla grande mobilitazione che si è sviluppata in queste settimane contro questo progetto assurdo da parte della comunità scolastica, registriamo che si è fatto un pezzo di strada importante in una direzione positiva. Infatti da quando a fine febbraio il Sindaco, rispondendo al nostro question time con il quale rendevamo pubblica la vicenda e sollevavamo le criticità connesse, affermava che si sarebbe andati avanti visto che si trattava “solo di 18 posti auto”, oggi invece, proprio a seguito delle proteste e critiche avanzate, la Giunta Conti ha comunicato ufficialmente di aver dato mandato ai progettisti di trovare eventuali soluzioni alternative che non prevedano la cementificazione di parte di quel giardino, che rappresenta una risorsa intoccabile per quella scuola e i bambini e le bambine che la frequentano. Queste soluzioni saranno presentate quindi al consiglio di istituto e alle commissioni consiliari competenti per poterle valutare.

Si tratta di un risultato molto importante e non scontato, che segna una prima inversione di tendenza, e diamo atto all’amministrazione di iniziare a tornare sui propri passi. Proprio per questo, a seguito di questo cambio di indirizzo, riteniamo ancora più opportuno ed importante che venga calendarizzata già nel mese di aprile la mozione di iniziativa popolare sottoscritta da centinaia di cittadine e cittadini con la quale si chiede esplicitamente lo stralcio del progetto ed un percorso condiviso per individuare soluzioni alternative per migliorare la situazione: già oggi, infatti, esistono pesanti criticità per quanto riguarda la mobilità e la sicurezza e quel parcheggio non farebbe altro che aggravarle.

Proprio alla luce di quanto emerso oggi in commissione crediamo che questo passaggio in Consiglio sia determinante per ratificare una volontà politica, a questo punto condivisa, di non realizzare quel parcheggio e di avviare un lavoro basato sulla partecipazione e l’ascolto e che abbia come obiettivo il miglioramento in termini di sostenibilità della qualità della vita per chi vive a Pisa. Rifiutare di discutere questa mozione e magari di votarla unanimemente, per mere ragioni politicistiche, sarebbe segnale negativo che manderemmo a tutta la città.

Ciccio Auletta – consigliere comunale Diritti in comune: Una città in comune – Unione Popolare

Condividi questo articolo

Lascia un commento