Scuole Filzi: lo stralcio del progetto è possibile. Si discuta in Consiglio comunale la mozione di iniziativa popolare

Nulla è irreversibile, tanto meno la decisione scellerata della Giunta Conti di realizzare un nuovo parcheggio cementificando un terzo del giardino delle scuole Filzi: lo abbiamo sempre detto e ora lo conferma anche l’assessore Latrofa, bene!

Da quando lo scorso 23 febbraio abbiamo reso pubblica questa decisione della destra è iniziata una ampia mobilitazione non solo dei genitori e del corpo scolastico della scuola, ma di un pezzo importante della città. Questo grande moto di indignazione chiede una cosa semplice: ovvero che la previsione di realizzare un parcheggio sul giardino della scuola elementare Filzi sia stralciato dal progetto più ampio di sistemazione del percorso ciclopedonale tra il parcheggio di Via Pietrasantina e l’area del Duomo.

Un primo risultato importante in termini di chiarezza è stato raggiunto: ovvero che si può tornare indietro ed è solo una questione di volontà. Infatti il progetto approvato a fine 2023 è ancora in via di progettazione, per cui può ancora essere modificato senza che questo comporti alcuna ripercussione nei rapporti con la società che si è aggiudicata i lavori, come è emerso con chiarezza anche nel sopralluogo fatto mercoledì 28 marzo dalla Terza Commissione presso le scuole Filzi.

Risulta dunque indispensabile che ancor di più si faccia sentire forte la voce di tutte e tutti coloro che chiedono la cancellazione di questa opera sbagliata che, oltre a privare i bambini e le bambine di parte significativa del preziosissimo spazio verde, non risolverebbe il problema del traffico ma anzi creerebbe nuove situazioni di pericolo.

Nei prossimi giorni ci saranno importanti appuntamenti: dalla seduta congiunta della prima e terza commissione il prossimo giovedì, in cui potranno essere affrontati i dettagli e le criticità del progetto, alla conferenza dei capigruppo di martedì 2 aprile in cui chiederemo di calendarizzare nel mese di aprile la discussione sulla mozione di iniziativa popolare promossa dai genitori dei bambini e delle bambine che frequentano la scuola, su cui sono state raccolte oltre 400 firme in meno di 3 giorni.

Nella mozione si chiede espressamente di stralciare il parcheggio dal progetto e avviare un confronto, finora mancato, fra l’amministrazione comunale, il personale scolastico e le famiglie sulle possibili soluzioni alternative per quanto riguarda la mobilità di accesso al complesso scolastico di Via Da Vinci. Potrà essere l’occasione, dopo le prime aperture della giunta, per passare dalle parole ai fatti.

Siamo convinti che, essendo in gioco il futuro dei bambini e delle bambine delle scuole, occorra uscire dalla logica della contrapposizione (che nessuno ha mai cercato) per cercare insieme la soluzione migliore: noi siamo pronti.

Condividi questo articolo

Lascia un commento